Formazione

e-learning e lezioni in streaming: quali differenze?

In tempi di pandemia, sono diventati noti e d’uso comune i termini indicanti la possibilità di fruire di contenuti didattici non in presenza: didattica a distanza (DAD), lezione in streaming, e-learning, formazione on line etc. Il moltiplicarsi di piattaforme e modalità di offerta formativa da remoto ha contribuito a generare ulteriore confusione. In questo breve articolo cercheremo di fare chiarezza sulle differenze

Una lezione frontale in streaming è la versione “a distanza” di una lezione seguita a contatto con il docente, appunto frontalmente. Essa può essere in live streaming (in diretta) oppure on demand (fruibile una o più volte su richiesta). Tipicamente viene considerata una modalità dove il contenuto didattico del docente-oratore viene trasferito alla platea di discenti-uditori, con scarsa possibilità di interazione. Talvolta, un minimo di interazione, per le lezioni live streaming, la si ottiene con gli strumenti tipici di piattaforme di videoconferenza o webinar , quali: “alzata di mano virtuale” per prenotare una domanda al docente o fare un intervento, chat in tempo reale, etc.

La formazione e-learning supera i limiti delle lezioni in streaming, grazie al ricorso degli strumenti offerti dalle moderne piattaforme LMS (Learning Management System).

“Gli insegnanti devono correre e non camminare, allontanarsi dal pensiero basato sulla classe e arrivare a fornire moduli di apprendimento brevi e rapidi che siano facilmente accessibili quando e dove i nostri studenti ne abbiano più bisogno. Ciò significa sfruttare le nuove tecnologie per fornire una istruzione non tradizionale.” (K. Kapp, Bloomsburg University’s Institute for Interactive Technologies)

Sebbene il rapporto umano e il contatto diretto docente-studente sia insostituibile, il ricorso alla modalità e-learning (oltre all’impiego in caso di impossibilità a seguire corsi in presenza) rappresenta una modalità che arricchisce e integra la didattica tradizionale con strumenti ed interazioni che rendono più efficace la veicolazione dei contenuti:

  • Modularità. I contenuti didattici vengono racchiusi i moduli o unità didattiche, facilmente fruibili in caso di disponibilità limitata di tempo ed integrabili/aggiornabili
  • Interazione. L’interazione col docente e con gli altri studenti è migliorata rispetto alla lezione in streaming, grazie agli strumenti integrati di comunicazione, anche real time (messaggistica, forum, webinar) e di condivisione dei contenuti
  • Contenuti multimediali. Siano essi statici o dinamici, una piattaforma LMS consente di fare ricorso ad un insieme eterogeneo di contenuti in forma di dispense digitali, link e ipertesti, immagini, video, audio, e-book, etc.
  • Test e gamification. E’ possibile verificare l’apprendimento con test e quiz (a tempo, a riposta multipla, etc.), utile al docente non solo a verificare l’effettivo grado di preparazione, ma ad avere un riscontro immediato sulla efficacia dell’approccio didattico. Inoltre, con la gamification, grazie al gioco è possibile migliorare l’apprendimento (si veda articolo dedicato)
  • Percorso formativo. Modularità, interscambio e propedeuticità consentono di progettare agevolmente percorsi didattici fissati sulla base degli obiettivi formativi

In conclusione, per applicare la trasformazione digitale al processo di didattica tradizionale non basta trasmettere una video-lezione da remoto. Occorre un progetto formativo che consenta di sfruttare pienamente le potenzialità e gli strumenti delle moderne piattaforme di e-learning (LMS).

Mirium offre consulenza e supporto per la realizzazione dei progetti di e-learning; dispone inoltre di una piattaforma e-learning dedicata che consente l’erogazione di corsi e percorsi formativi personalizzati secondo le specifiche esigenze.

Contattaci per avviare il tuo progetto formativo

Leggi
hosting Mirium
Internet, Sicurezza

L’importanza della velocità del sito web

Molto è stato teorizzato e consigliato, in questi ultimi anni, su quanto sia importante che il proprio sito web sia veloce , soprattutto se si tratta di un e-commerce. Tuttavia, ancora oggi, la “user experience” di navigazione su molti siti è mortificata da tempi di risposta dei siti biblici. Inoltre, se consideriamo che quasi 3/4 del traffico dei siti web proviene da dispositivi mobile e che spesso il proprio hosting non è in grado di gestire dinamicamente i picchi di richieste, l’esperienza complessiva dell’utente potrebbe essere disastrosa.

Leggi
Business

Credito di Imposta per Ricerca e Sviluppo 2020

Nel DL “Rilancio” sono previste alcune disposizioni che riguardano il credito d’imposta per ricerca e sviluppo di cui all’art. 1 co. 200 della L. 160/2019. In particolare, si fa riferimento a:
• l’estensione, ai fini della maggiorazione delle spese ammissibili rilevanti, ai contratti stipulati con start up innovative (art. 38);
• il potenziamento del credito d’imposta per le regioni del Mezzogiorno (art. 244).

ESTENSIONE AI CONTRATTI STIPULATI CON START UP INNOVATIVE
L’art. 38 co. 4 del DL 34/2020, al fine di incentivare le attività di ricerca e sviluppo per fronteggiare l’emergenza derivante dalla diffusione del COVID-19, ha incluso nelle spese relative ai contratti di ricerca extra muros agevolabili nell’ambito del credito d’imposta R&S anche quelle relative a contratti stipulati con start up innovative. Nello specifico, all’art. 1 co. 200 lett. c) della L. 27.12.2019 n. 160, dopo le parole “università e istituti di ricerca” aggiunge “nonché con start-up innovative, di cui all’articolo 25 del decretolegge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221”.
Pertanto, nel caso di contratti di ricerca extra muros stipulati con start up innovative aventi sede nel territorio dello Stato, le relative spese concorrono a formare la base di calcolo del credito d’imposta per un importo pari al 150%.

POTENZIAMENTO DEL CREDITO D’IMPOSTA R&S PER IL MEZZOGIORNO
Ai sensi dell’art. 244 del DL 34/2020, al fine di incentivare più efficacemente l’avanzamento tecnologico dei processi produttivi e gli investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese operanti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, la misura del credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo di cui all’art. 1 co. 200 della L. 160/2019, inclusi i progetti di ricerca e sviluppo in materia di COVID-19, direttamente afferenti a strutture produttive ubicate nelle suddette regioni, è aumentata:
• dal 12% al 25% per le grandi imprese;
• dal 12% al 35% per le medie imprese;
• dal 12% al 45% per le piccole imprese.

Scegli Mirium s.r.l. per il tuo progetto di R&S per beneficiare delle agevolazioni, contattaci per maggiori informazioni e proposte di collaborazione

    Leggi
    Internet, Software

    PWA o App Nativa?

    Tecnologie a confronto: vantaggi per utenti e sviluppatori.

    Il mercato è pieno di soluzioni utili per lo sviluppo di app, ma prima di prendere in considerazione una qualsiasi di esse, bisogna prima scegliere un paradigma. Si dovrebbe sviluppare un’applicazione web o un’applicazione nativa? È diventata una scelta difficile. Con una crescente dipendenza dai dispositivi mobili e la prevalenza di app store, che fungono da enorme finestra per lo shopping, questa scelta diventa ancora più difficile.

    Leggi
    eCommerce
    Business, Internet

    Perchè dovresti aprire un eCommerce?

    L’eCommerce è sicuramente un’interessante opportunità di business.
    Ogni giorno l’88% degli italiani che usano il web, lo fa con lo scopo di fare acquisti.

    Tutti questi consumatori preferiscono comprare sui siti online e nei tanti eCommerce perché:

    • cercano l’affare migliore
    • non hanno tempo per andare nei negozi fisici
    • vogliono trovare prodotti non disponibili nei negozi fisici
    • si aspettano di comprare a prezzi più bassi

    Sei sempre ONLINE 24 ore su 24, 7 giorni su 7

    Leggi
    https padlock
    Internet, Sicurezza

    Criptare il traffico di rete e risvolti di sicurezza

    Tutti conoscono il protocollo HTTPS e i rischi immediati di non avere un certificato SSL/TSL sul proprio sito web. Fra questi, quelli a più immediato impatto per il proprio business sono:

    • Traffico in chiaro: le informazioni e le transazioni sul tuo sito web sono accessibili a chiunque si ponga in ascolto con opportuni strumenti.
    • Attacchi MITM (Man In The Middle): oltre a carpire il traffico come nel caso precedente, un attaccante può alterare il contenuto dello scambio di informazioni (ad esempio l’IBAN di una fattura).
    • Posizionamento SEO: Google e altri motori di ricerca prediligono da tempo nei risultati delle ricerche i siti dotati di certificato SSL/TLS , scoraggiando la navigazione sui siti che non ne sono dotati con un avviso di rischio all’apertura della pagina.
    • Fiducia dei clienti: quale risultato del punto precedente, i clienti che non vedranno il lucchetto verde nella barra indirizzi del proprio browser preferiranno non acquistare da quei siti.
    Leggi
    coding
    Software

    I linguaggi di Programmazione: esiste il migliore in assoluto?

    Il linguaggio di programmazione è, secondo la definizione dell’enciclopedia Treccani, un “insieme di parole e di regole, definite in modo formale, per consentire la programmazione di un elaboratore affinché esegua compiti predeterminati”.

    La domanda è: qual è il miglior linguaggio ?
    La risposta è: non esiste un linguaggio che possa essere il migliore !

    Leggi
    Archiviazione dati

    Analisi dei dati

    Chiamatela come vi pare: Analisi Dati, Big Data, Business Intelligence.

    Alla base troveremo sempre Database e Data Warehouse

    Database e Data Warehouse (differenza e somiglianze)

    Database e data warehouse vengono utilizzati per archiviare diversi tipi di informazioni. Le informazioni archiviate da entrambi vengono utilizzate per scopi diversi. Questi possono variare da semplici query informative a report analitici utilizzati per migliorare le prestazioni delle aziende. 

    Leggi
    Sviluppo Software
    Software

    Realizzare un software personalizzato: Quando non trovi il prodotto che ti risolve il problema

    Molte sono le aziende che necessitano di un software per la gestione delle proprie attività; dalla semplice gestione contatti alla gestione delle risorse interne; dalla gestione appuntamenti alla pianificazione delle attività ed interventi; dalla gestione della fatturazione alla gestione delle scadenze contabile e dei pagamenti.
    Navigano il Web alla ricerca di qualche prodotto che possa soddisfare le proprie esigenze e le proprie caratteristiche particolari.
    Non è affatto facile trovarlo!

    Leggi